Studio Legale Carrozza Pignatelli | Consiglio di Stato
14
archive,category,category-consiglio-di-stato,category-14,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Consiglio di Stato

Il Prof. Avv. Nicola Pignatelli terrà una relazione nel seminario organizzato dalla CORTE COSTITUZIONALE in collaborazione con l’UFFICIO STUDI DELLA GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA, nell’ambito del programma di formazione dei Magistrati amministrativi. “Il diritto amministrativo tra giudizio comune e giudizio costituzionale”. Palazzo Spada, 1-2 ottobre ...

ANNULLAMENTO STRAORDINARIO DELLA ORDINANZA DEL SINDACO DI MESSINA (che obbligava chi intendesse attraversare lo stretto di Messina a registrarsi) N. PIGNATELLI, L'annullamento straordinario ex art. 138 TUEL di una ordinanza comunale: il COVID-19 non "chiude" lo Stretto di Messina, in www.dirittiregionali.it (link) Il parere del Consiglio di Stato (sez. I, 7.4.2020 n. 735) reso nel procedimento è consultabile in www.giustizia-amministrativa.it ...

SLCP IN CONSIGLIO DI STATO Il Consiglio di Stato, sez. VI, con la sentenza n. 1847 del 16.3.2020, ha dichiarato inammissibile un ricorso per revocazione per errore di fatto (art. 395, n. 4, c.p.c.) avverso una sentenza di ottemperanza, sul presupposto che: “Il fatto che origina l’errore revocatorio censurabile è, per giurisprudenza pacifica (da ultimo, Cons. Stato, III , 21 novembre 2019, n. 7938) quello che appare con immediatezza, essendo di semplice...

Il Consiglio di Stato, sez. V, con la sentenza n. 7653 del 8.11.2019, accogliendo la tesi difensiva della proprietà immobiliare, assistita dal Prof. Avv. Nicola Pignatelli, ha annullato il Piano del Commercio del Comune Sarzana, nella parte in cui prevede un divieto assoluto di apertura nel centro storico di nuove medie e grandi strutture di vendita, consentendo l’apertura soltanto di nuovi esercizi di vicinato. Tale divieto è stato ritenuto illegittimo...

Il Consiglio di Stato torna sulla problematica dei rapporti di convivenza tra candidato e membro del Consiglio di Dipartimento, dopo la sentenza della Corte costituzionale n. 78/2019, relativizzandone la portata. Il Consiglio di Stato, sez. V, con la sentenza n. 4917 del 12.7.2019, accogliendo la tesi dell’appellante, assistita dai Prof. ri Avv. ti Paolo Carrozza e Nicola Pignatelli, ha dichiarato nulli in sede di ottemperanza gli atti di revoca del bando...

Il Consiglio di Stato, sez. IV, con la sentenza n. 2265 dell'8.4.2019, accogliendo la tesi difensiva dell’Amministrazione resistente, assista dal Prof. Avv. Paolo Carrozza, ha affermato che il ricorrente avrebbe avuto l’onere di impugnare con l’azione avverso il silenzio (e non con quella di annullamento) atti asseritamente elusivi dell’obbligo di concludere il procedimento di approvazione di uno strumento urbanistico generale: “Sebbene l’ordinamento, a fronte di poteri ampiamente discrezionali, come quelli in...

Il Consiglio di Stato, sez. VI, con la sentenza n. 4841 del 6.8.2018, accogliendo il nostro appello, ha affermato il principio secondo il quale è illegittima la partecipazione di una candidata ad un concorso universitario di ricercatore a tempo indeterminato (e con essa l'approvazione degli atti e la conseguente presa di servizio), qualora sussista una situazione di convivenza more uxorio con un professore del medesimo Dipartimento di afferenza, per violazione...

Con la sentenza n. 2366 del 19 aprile 2018, la IV Sezione del Consiglio di Stato ha chiarito che "Il permesso di costruire non può essere sottoposto a condizione, sia essa sospensiva o risolutiva, stante la natura di accertamento costitutivo a carattere non negoziale del provvedimento, con la conseguenza che tale titolo, una volta riscontratane la conformità alla vigente disciplina urbanistica, deve essere rilasciata dal Comune senza condizioni che non...

Una recente sentenza del Consiglio di Stato ha chiarito la portata del cd. principio della suddivisione in lotti di un appalto (art. 51 d.lgs. n. 50/2016). Così "il principio della suddivisione in lotti può dunque essere derogato, seppur attraverso una decisione che deve essere adeguatamente motivata (cfr. Consiglio di Stato, Sez. VI, 12 settembre 2014, n. 4669) ed è espressione di scelta discrezionale (cfr. Consiglio di Stato, Sez. V, 16...