Studio Legale Carrozza Pignatelli | Edilizia
37
archive,category,category-edilizia,category-37,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.8,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Edilizia

Il Tar Toscana, sez. I, con la sentenza n. 1740 del 18.12.2019 ha rigettato il ricorso della Società ricorrente avverso una norma del Regolamento urbanistico del Comune di Portoferraio, assistito dal Prof. Avv. Nicola Pignatelli, affermando la legittimità della previsione secondo cui “i manufatti funzionali all'esercizio di infrastrutture a reti una volta cessato l'utilizzo debbono essere demoliti a cura e spese del gestore”, anche quando il ricorrente sia proprietario...

Il Tribunale di Livorno, sez. distaccata di Portoferraio, con la sentenza n. 67 del 29.10.2019, ha condannato il Comune di Marciana Marina, in favore degli attori, assistiti dal Prof. Avv. Nicola Pignatelli, al pagamento della indennità ex art. 44 DPR n. 327/2001, per i danni derivanti dalla realizzazione di un parcheggio pubblico in violazione delle distanze legali previste dal regolamento edilizio vigente. Il Giudice ordinario, pur escludendo la responsabilità da fatto...

Il Tar Toscana, sez. III, con le sentenze nn. 1462-1466 del 30.10.2019, ha accolto i ricorsi dei proprietari di unita' immobiliari, assisti dal Prof. Avv. Paolo Carrozza e dal Prof. Avv. Nicola Pignatelli, annullando una ordinanza del Comune di Livorno di confisca amministrativa ex art. 30, 1 comma, DPR n. 380/2001, ritenendo insussistente la lottizzazione abusiva....

TAR LOMBARDIA – MILANO, SEZ. II – sentenza 22 agosto 2019 n. 1916 E’ legittimo il provvedimento con il quale un Comune ha ordinato la rimessione in pristino della precedente destinazione edilizia di un immobile, ove sia stato effettuato il mutamento di destinazione d’uso del medesimo immobile da laboratorio a luogo di culto e l’immobile sia effettivamente interessato dall’afflusso non sporadico di un notevole numero di persone; infatti: a) il mutamento di destinazione...

Il Tar Toscana, sez. III, con la sentenza n. 858 del 14.6.2019, accogliendo la tesi difensiva del ricorrente, assistito dal Prof. Avv. Nicola Pignatelli, ha annullato un provvedimento di diniego di permesso di costruire per carenza di motivazione, ritenendo altresì inapplicabile l’art. 21 octies, 2° comma, l. n. 241/1990, sul presupposto che “può anche ammettersi che in presenza di attività vincolata i vizi della motivazione non debbano necessariamente condurre all’annullamento...

Segnaliamo la sentenza della Corte costituzionale n. 245/2018, in materia di edilizia, urbanistica e tutela ambientale, resa nel giudizio di legittimità costituzionale su alcune disposizioni della legge della Regione Abruzzo n. 40/2017, “Disposizioni per il recupero del patrimonio edilizio esistente. Destinazioni d’uso e contenimento dell’uso del suolo, modifiche alla legge regionale n. 96/2000 ed ulteriori disposizioni”, promosso dal Presidente del Consiglio dei ministri. La sentenza è consultabile in http://www.giurcost.org/decisioni/index.html Sulle suddette problematiche...

Con la sentenza n. 2366 del 19 aprile 2018, la IV Sezione del Consiglio di Stato ha chiarito che "Il permesso di costruire non può essere sottoposto a condizione, sia essa sospensiva o risolutiva, stante la natura di accertamento costitutivo a carattere non negoziale del provvedimento, con la conseguenza che tale titolo, una volta riscontratane la conformità alla vigente disciplina urbanistica, deve essere rilasciata dal Comune senza condizioni che non...